Kayıtlar

Eylül, 2014 tarihine ait yayınlar gösteriliyor

Sei tutta la mia vita

Questo post è uno dei post che non ho mai pubblicato. Ce ne sono una serie. Ora sto bene e lo tiro fuori dal cassetto. Ogni tanto ne tirerò fuori uno, a seconda del momento. In fondo, ho sempre condiviso, non riesco a non farlo. Il silenzio che mi si impone intorno, nella mia vita, questo non parlare dell'argomento, mi avvilisce, mi fa sentire sola. E allora ho solo questo posto per tirare fuori le mie domande e le mie riflessioni. E lo tengo aperto. Nonostante tutto. 02/07/2014 ore 00.34 Non so come inziare questo racconto, figlio. Perchè è un racconto che arriva da lontano, scava in profondità, tocca corde della mia esistenza. Provo a raccontarti allora che ieri sera ho partecipato ad uno scambio Reiki. Non chiedermi cosa significa perchè non lo so. Per la prima volta ho partecipato ad un evento che sapevo, avrebbe toccato da vicino la mia anima, senza prima informarmi e studiare come è al mio solito. Ho deciso che non dovevo crearmi aspettative e così ho chiuso gli occhi e mi so

#07 HAPPY PILLS: La storia di F.

Ho un problema con gli altri.  Non so tenere rapporti umani decenti, e se le cose sono andate così evidentemente un po' di colpa ce l'ho. La questione è che io apparentemente non mi sono chiusa al dolore, ne parlo, ne parlo sempre. Condivido. Lo faccio. già. E non comprendo che gli altri non sono come me.  Mi dicono "brava che da questo dolore hai tirato fuori la forza" Già. Però alla fine faccio errori grandi come case, perdo pezzi per strada, continuo a perderli. Voglio tanto dagli altri. È questo il mio problema. Voglio tanto. E non si può, e poi non riesco più a spiegarmi. Le tante parole si chiudono in uno scrigno e non hanno più il coraggio di uscire, ed io non mi racconto più.  Ci sono persone di cui mi innamoro. Io sono una che si innamora terribilmente e in maniera travolgente e come un'innamorata al silenzio non so rispondere. Nel silenzio non mi trovo. Il silenzio è fraintendimenti, buio, incompleta salvezza. E io sono una che vuole salvarsi. Mi voglio

Per voi. L'eterologa e la pma.

Resim
Il titolo non è il mio. La fecondazione eterologa non si cerca, si fa. In ogni caso, non è la nostra scelta attuale,  ciò non vuol dire che non lo sarà. Ho bisogno di riscattare il mio corpo, e questo può avvenire solo attraverso una gravidanza naturale. Ma questo voi, lo sapete già. Sono diventata un'infertile? Forse sì. Ma come dice AnnaMaria, noi crediamo in madre natura e la rispettiamo, ogni giorno, respirando. Ora l'eterologa è un mood, e l'intervista doveva parlare di eterologa. Se questo significa rompere qualche muro, va bene così. Per carità. Come la penso, lo sapete. La mia vita è la testimonianza di ciò che è stato e di quello che sarà. Non è facile espormi così. Tutto questo mi costa fatica. Ecco perchè, se mi googlate non mi trovate. Provateci. Non cerco pubblicità. Ma oggi questo sprazzo di notorietà su D di Repubblica, mi ha procurato una tachicardia che è durata per due ore di seguito. Lo so che scrivo anche per voi, lo so che vi fa bene leggere parole che

Rabbia e sogni

Devo fermare a fine giornata il sogno di questa mattina, perché mi insegue e non mi lascia e non lo voglio dimenticare. Perché è stata una brutta giornata, di quelle che vuoi cancellare, perché non è accaduto nulla ma tu sei stata male emotivamente e hai lasciato che la rabbia avesse spazio in te. Non va bene. Non posso permettermelo. Non lo posso fare.  Mi ritrovo sul divano ora, senza forza, nel maldestro tentativo di isolarmi senza riuscirci, con un forte mal di testa e tanta stanchezza, e amarezza. Amarezza per questioni familiari che tornano a galla e che non si risolveranno mai. A volte mi sento soffocare, vorrei abitare lontano, solo noi due e Hope e la nostra schiera di angeli e basta. Nessun altro. Fatico. Mi manca l'aria. Ma non so vivere senza le mie origini, non so respirare senza il bisogno di comunicare e sapere come stanno, tutti. Tutta la mia ingombrante e fagocitante famiglia. Sono arrabbiata, e non va bene. Devo respirare e le parole fermate mi restituiscono ossig

Da ricordare.

Resim
"Non c'è nulla da temere,  ogni seme sa come diventare albero" Jorge Bucay. Ricordamelo la prossima volta, quando deciderai di farmi lo scherzo di farmi avere quattro giorni di ritardo, dopo un anno di cicli in anticipo. Ricordamelo prima di farmi fare un test di gravidanza negativo. No, così eh. Che mamma si sta invecchiando. 'Sti scherzetti non li regge più. Castelluccio, luglio 2014

inviTRA, l’evento internazionale della Riproduzione Assistita

Resim
Non è mia abitudine parlare delle questioni di infertilità e di abortività al di fuori della mia sfera personale, ma in questo caso ho deciso di fare un'eccezione, nel momento in cui mi è stato chiesto di scriverne. Perchè se possibile, nel mio piccolo, posso contribuire a far circolare informazioni che già, mio malgrado, faccio circolare con la mia esperienza. Molto spesso mi sono trovata davanti a situazioni in cui la non conoscenza ha portato a paura e la paura non è di aiuto alla fertilità.   inviTRA è la fiera internazionale della fertilità , vuol dire che partecipando si potranno avere tutte le risposte alle domande sulla nostra fertilità, non sulla nostra infertilità. Se la guardate da questo punto di vista, non è male, perchè io sono convinta che è questa la chiave. Bisogna curare e prendersi cura della nostra fertilità, perchè ogni donna e ogni uomo è fertile. Noi che cerchiamo nostro figlio dedicando tutta la nostra esistenza a questa ricerca, sappiamo cosa significa sent