Kayıtlar

Aralık, 2014 tarihine ait yayınlar gösteriliyor

Di solitudine che non mi appartiene

Resim
Ieri mi sono scontrata confrontata con una persona circa il tema della solitudine. Questa persona mi ha fatto notare che pur avendo avuto tre figli, la sua solitudine, ovvero il suo essere figlia unica con una famiglia senza cugini, la porta dentro, nel cuore, da sempre e che durante queste feste si accentua, nonostante. Nonostante lo dico io. Pagherei oro per passare le feste con tre dei miei figli in vita. Eppure è così. Perchè io sono figlia di una famiglia numerosa, che si confronta scontra quotidianamente con problematiche diverse.  Eppure, ci si può sentire soli anche con tanti fratelli. Eppure ci si può sentire soli anche essendo madre di tre figli. Ho riflettuto molto su questo. Io non mi sento sola perchè non ho figli. Io mi sono sentita sola perchè abbandonata dalle persone a cui volevo bene quando ero addolorata. Oggi non mi sento sola. Mi basto, con tutti i miei difetti e le mie inquietudini e i miei vuoti. La mia famiglia, quella formata da noi due e da Hope è davvero qu

Buon natale

Resim
E buon natale ai miei bambini, Eugenio, Beatrice, Diego, Carla, Alberto, Lorenzo, e buon natale a quelli che abiteranno ancora la mia pancia. E buon natale ai vostri cuori smarriti, soli e vuoti, che si possano riempire ancora di speranza. E buon natale alle mie amiche con la pancia e la paura che le ha costrette al silenzio, pur di non respirare. E buon natale alle già mamme, che i loro figli le prendano per mano e non le lascino mai sole. E buon natale a chi non c'è qui, su questa terra, ma è altrove, dove noi li immaginiamo. E buon natale a chi si sente solo. Perché nessuno di noi dovrebbe provare la solitudine. Io prometto di essere più buona e più bella (certo, è difficile ancor di più !) e di essere meno critica e meno polemica. Più stronza, però più neutra nei giudizi, più serena, meno agitata, più silenziosa, più abitata. Buon natale a Filippo, che mi segue. Questa notte è per lui.

Silenzi e risposte

mi piacerebbe che per questo Natale, le persone si ricordassero come ci si sente a mandar giù aria e vuoti per l'ennesimo anno. si sorride comunque. si festeggia comunque. si vive comunque. si fa l'albero e il Presepe. si fanno i dolci, i regali, i buoni propositi. si regalano libri di favole. Poi si incartano regali che non verranno mai spediti, preparati per quelle donne che come me, hanno fatto un cammino insieme, hanno pianto, mi hanno stretto la mano, si sono sentite amate e comprese, e poi hanno proseguito il loro cammino lasciandomi indietro. Io non ho capito. Ma è un mio limite. Non ho altre spiegazioni. Mi farei piegare affinchè altre donne non provino ancora questo senso di vuoto e di smarrimento e di paura. Aprirei ancora le porte della mia casa, come sempre, e vivrei per ridere insieme e condividere ancora. Ma il silenzio, quello non lo so gestire. Il silenzio dà spazio a interpretazioni, spesso sbagliate. Il silenzio mi destabilizza, mi fa sentire sola. Il silenzio

Attesa di nascere, attesa di Natale.

Resim
Il mio viaggio per i sette anni con il mio compagno, collega, amante, amico, padre, Ve lo racconto così. In attesa di nascere.           Basilica di Sant'Elia. Viterbo. 15 dicembre 2007  Inizio del cammino

Di situazioni già viste, anfibi e pantaloni neri.

C'è che oggi io dovevo sottopormi ad un esame. Una di quelle cose che sono abbastanza rompine. Fastidiose. Invasive. Diciamocelo, dolorose. C'è che io non ne avevo voglia. Niente. Ficcavo il mio cervello in altri posti, persone, cose, pur di non pensare a questa cosa che 1. mi avrebbe riportato indietro di mesi 2. mi avrebbe fatto male, ed io sono stanca di provare male 3. mi avrebbe agitato, ed io non mi piaccio agitata. Ci sarebbe anche il 4, 5, 6 e tanto più, ma non aggiungo altro. C'è che mi dicono che è necessario farlo per "vedere se gli aborti hanno lasciato conseguenze", e come si fa a dire di no ? Si dice di si, storcendo il naso. Quindi, armata di mantras contro la paura scaricati a manetta sul mio telefonino da donna manager, mi appresto a fare anche 'sta cosa. Che due palle. Tralasciamo il fatto che mi sono dovuta imbottire di antibiotici e antidolorifici che io odio, firmare consensi e attraversare una Roma più incasinata del solito (eh già, è ven

Giuro, sarò roccia per darti forza sempre

Resim
E levo questa spada Alta verso il cielo Giuro sarò roccia contro il fuoco e il gelo Solo sulla cima Attenderò i predoni Arriveranno in molti E solcheranno i mari Oltre queste mura troverò la gioia O forse la mia fine comunque sarà gloria E non lotterò mai per un compenso Lotto per amore, lotterò per questo Io sono un guerriero Veglio quando è notte Ti difenderò da incubi e tristezze Ti riparerò da inganni e maldicenze E ti abbraccerò per darti forza sempre Ti darò certezze contro le paure Per vedere il mondo oltre quelle alture Non temere nulla io sarò al tuo fianco Con il mio mantello asciugherò il tuo pianto E amore il mio grande amore che mi credi Vinceremo contro tutti e resteremo in piedi E resterò al tuo fianco fino a che vorrai Ti difenderò da tutto, non temere mai E amore il mio grande amore che mi credi Vinceremo contro tutti e resteremo in piedi E resterò al tuo fianco fino a che vorrai Ti difenderò da tutto, non temere mai Non temere il drago Fermerò il suo fuoco Niente può