Kayıtlar

Ocak, 2015 tarihine ait yayınlar gösteriliyor

alla fine arriva mamma 2.0

Resim
" C’è un concetto della cultura ebraica che mi ha sempre colpito è [...] il  tiqqun ‘olam . L’idea, in parole fin troppo povere, è che la creazione del mondo non è esclusiva responsabilità del Creatore, ma che va in qualche misura completata dagli uomini, riparando quello che nel mondo, abbastanza vistosamente, non funziona"   ( dal blog:   http://yenibelqis.wordpress.com/2014/11/07/riparare-il-mondo/ ) Dal blog in bozza. 10 novembre 2014 Sono stati giorni faticosi, al limite. Tensione. Ho tremato e ho pianto e ho discusso urlando. Ho puntato i piedi, non volevo ricominciare. La verità è che avevo paura e nausea. La nausea è ciò che più di tutto ha caratterizzato i giorni precedenti l'incontro e poi tutto il giorno stesso, dopo quattro ore di anticamera, un breve colloquio di introduzione con l'assistente che metteva insieme pezzi ed esami della nostra storia, e poi il lungo incontro con questo nuovo dottore. Poi la nausea. Forte, incontrollata, senza vomitare. La tes

un'altra vetta raggiunta.

Abbiamo avuto tutti gli esiti degli esami. Abbiamo scalato anche questa montagna. Ora si ricomincia a camminare. Stamattina mi sono svegliata inquieta, sentivo qualcosa che non andava. Dopo la doccia ho capito cos'era. Paura. Non voglio più provare quella sensazione che mi riporta indietro, ma è inevitabile per chi ha deciso di voler sapere dove sta la verità. Un paio di lacrime sono scese giù come due case e improvvisamente ho realizzato che oggi sicuramente, a conti fatti, avrei ricevuto tutti gli esiti degli esami fatti. E così è stato. Ci sono momenti in cui mi convinco che va bene tutto come sta andando. Che tuttosommato io non lo voglio più questo figlio, perchè l'equilibrio che ora abbiamo in casa sa di libertà, tranquillità, serenità. E allora va bene così. Poi però faccio sogni. Mi si stringe lo stomaco mentre faccio tutt'altro. Che so, come quando senti le farfalle nello stomaco perchè sai che di lì a poco incontrerai una persona che ami, o che farai una cosa bell

#l'ottimismo è il profumo della vita

1# la mia amica V. ha perso la nonna la mattina di natale, mentre distribuiva regali. Un ictus l'ha immobilizzata e ora non vive più nel suo letto di ospedale, però non è morta, se il coma irreversibile non è morte. V. è incazzata con questo paese incivile , dice lei, che non le permette di dare una morte dignitosa a sua nonna (non è il mio pensiero). Però a me fa male per lei. 2# abbiamo bucato una gomma, vabbè succede. In urgenza abbiamo dovuto sostituire tutte e due le gomme anteriori, non avendo preventivato la spesa. 3# passato una mattina intera all'equitalia, a sentire storie di povertà e di disperazione, che in confronto due miseri bolli fanno ridere. Pur avendo risolto per me, ne sono uscita distrutta. 4# passato una mattina tra INPS e POSTA, a incazzarsi, per ottenere soldi che erano nostri da mesi. 5# il 6 gennaio abbiamo evitato uno scontro frontale in macchina. Tornando a casa abbastanza di corsa (poi dirò perchè) i freni non hanno funzionato (oppure c'è st