Kayıtlar

Mart, 2015 tarihine ait yayınlar gösteriliyor

E' solo amore.

40° giorno di meditazione Quaranta giorni di preparazione del mio cuore e del mio corpo. E ora tocca a voi. Ora siete chiamati qui. Ascoltatemi. Lasciatevi guidare. E' solo amore.

"Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi"

Resim
Ciò che mi accade è di non pensare. Eseguo senza controbattere operazioni meccaniche e non protesto. Rientro volutamente in quella categoria di persone che non vogliono capire, non più, e che, a braccia aperte aspettano che le cose accadano, oppure no. Non ci sono domande. Incastro coerenza, fino alla fine. Non guardo oltre gli appuntamenti che mi impongono gli altri, senza mai pensare al domani. Ci sono troppe coincidenze stavolta che sono difficili da ignorare. Sono uno spettatore che guarda la sua vita srotolarsi come una guida di moquette rossa su un prato di margherite. Preparo. In silenzio. Preparo me stessa, papà, Hope e tremo. Va bene. Va tutto bene. Siete tutti con me e io vi sento, affacciati, guardarmi da lassù, so che ridete e vi date gomitate solidali. Impertinenti. Non prendetevi gioco della mamma. C'è qualcuno di voi che verrà chiamato presto. Attenti, perché io già lo sono. Non fate finta di non sentire. Shhhh. La mia pancia duole. Risponde. Come il mio corpo. Non m

Frigoriferi stimolanti ed egocentrismo

Resim
27° giorno di meditazione Una settimana fa lavoravo a casa di una collega, quando ad un certo punto mi chiede se potevo parlare con una sua amica la cui figlia non riesce ad avere figli e che voleva sapere da me che tipo di esami stavo facendo. Rimango un attimo gelata. Negli ultimi tempi non amo parlare di questo con gli sconosciuti. Perle ai porci. Ho capito che non ne vale la pena spiegare se non si vuole davvero ascoltare. Poi ho pensato che una madre che si preoccupa di una figlia che non riesce ad avere a sua volta figli, non è una situazione che conosco e che forse, potevo essere utile. Non passano nemmeno dieci minuti che il telefono squilla per parlare con me della faccenda. Sono prevenuta, lo ammetto. Irrigidita, lo sento. Tuttavia chiedo quale è il problema e come posso essere utile. La signora in questione mi dà ovviamente subito del tu e mi dice che sua figlia è al quarto tentativo in pma. Le chiedo a chi si è rivolta. Mi dice che la prima volta è andata a *** ma che non v

Finchè non sarai nei panni degli altri.

Resim
15° giorno di meditazione Riflettevo in questi giorni, dopo essere passata a prendere un tè dalla mia amica V. Non è un bel periodo per V. e io, ho ripensato di aver sperato che qualcuno avesse qualche minuto per me per prendere un tè, quando era il mio, il periodo che non andava bene. Però non è stato facile. Il suo bambino non ci ha lasciato tregua, ha pianto sempre e non l'ha lasciata mai, nè ha permesso che io potessi interagire con lui o con lei. Stanchezza nei suoi occhi e nei suoi gesti. Giorni fa al telefono V. mi ha detto di sognare il giorno in cui annuserà l'odore del mio bambino e potrà tenerlo tra le sue braccia. Quasi una settimana fa R. è stata operata in urgenza. Le hanno tolto nove fibromi all'utero. Ha un anno più di me, i suoi genitori non ci sono più, per me, nonostante alti e bassi, è come una sorella, a R. avevano detto che le avrebbero tolto l'utero, anche se non ha figli. L'intervento è durato sei ore, alla fine il chirurgo che la stava opera